Salta la paginazione e vai direttamente al contenuto della pagina

Professionisti esperti in materie fiscali sportive

TOPMENUTOPMENU

3m_approfondimenti
LE FORMALITÀ A CUI SONO CHIAMATE - DI NORMA ENTRO IL 30 APRILE - LE ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE CHE HANNO L'ESERCIZIO COINCIDENTE CON L'ANNO SOLARE. Le Associazioni sportive per poter godere delle agevolazioni fiscali previste dall’art. 90 della Legge 289/02, hanno l’obbligo di conformare i propri statuti ai principi di “trasparenza” e di "democraticità" ed "effettività" del rapporto associativo, che prevedono l’ obbligo di redigere il rendiconto economico-finanziario e di procedere alla sua approvazione .

Continua ...

 

15m_lavoro-e-previdenza
Anche i dipendenti di società ed associazioni sportive dilettantistiche a partire dal 5 marzo 2008 per dimettersi devono attenersi alle nuove regole previste dall’articolo 1 comma 3 della L.188/2007 che ha introdotto le dimissioni volontarie on line, a cui è stata data attuazione tramite il decreto interministeriale del 21 gennaio 2008. Non è più possibile presentare per iscritto le dimissioni, ma occorre seguire una determinata procedura che prevede l’utilizzo di un unico modello informatico che è valido su tutto il territorio nazionale. Presentare le dimissioni in modo differente significa renderle nulle. Il Ministero del lavoro e della previdenza Sociale con lettera circolare del Ministero del lavoro e della previdenza sociale Prot.16/Segr/0001692/04.01.03 del 4 marzo 2008, ha fornito le indicazioni operative.

Continua ...

 

1m_5-per-mille
Il 7 aprile 2008 - come annunciato - sul sito dell'Agenzia delle Entrate sono stati pubblicati gli elenchi "provvisori" del 5 per mille per l'anno 2008: sono oltre 45.000 le associazioni sportive dilettantistiche inserite nell'elenco che dovrebbero corrispondere alle associazioni regolarmente iscritte al registro C.O.N.I. (in allegato gli elenchi del 5 per mille, predisposti dall'Agenzia delle Entrate). Ma segnaliamo una " sorpresa ", sfuggita ai più: solo le "associazioni" sportive dilettantistiche sono state annoverate nell'elenco (tipo "D"), mentre ne sono state escluse le cosiddette SRL sportive. Ora si pone un dubbio: è un errore/dimenticanza del CONI oppure è stata applicata "alla lettera" la normativa? Le disposizioni del comma 5 dell'art. 3 della legge 244 del 2007 sono da applicarsi anche alle società di capitali e alle cooperative "sportive dilettantistiche"?

Continua ...

 

1m_5-per-mille
... omissis ... B) Le associazioni sportive dilettantistiche riconosciute ai fini sportivi dal CONI a norma di legge - e pertanto iscritte nel registro telematico tenuto da questo Comitato Olimpico ai sensi dell'art. 7 del d.l. n. 136 del 2004, convertito dalla legge n. 186/2004 - per essere ammesse a beneficiare del riparto del 5 per mille IRPEF non sono tenute a presentare alcun modulo di domanda. Come disposto dall'art. 2, comma 6, del DPCM in trattazione (in corso di pubblicazione nella G.U. - ndr), a tale incombenza provvede il CONI , redigendo e comunicando in via telematica all'Agenzia delle Entrate, entro il 26 marzo 2008 , l'elenco di dette associazioni, con l'indicazione, per ciascun nominativo, della denominazione , della sede e del codice fiscale. Entro la stessa data del 26 marzo 2008, il CONI trasmette, altresì, copia dell'elenco al Ministro per le Politiche Giovanili e le Attività Sportive. Tale elenco viene poi pubblicato dall'Agenzia delle Entrate, entro il 7 aprile 2008 , sul proprio sito web. ... omissis ...

Continua ...

 

1m_5-per-mille
Manca ancora la pubblicazione in G.U. del D.P.C.M. attuativo (ndr oggi 01/04/08) , ma l’Agenzia delle Entrate (comunicato stampa del 13.03.08 – circ. n.27/E del 26.03.08) ed il CONI (circ. prot. 91/08 del 21.03.08) con solerzia hanno definito gli adempimenti, in capo agli Enti no profit, per essere destinatari del beneficio del 5 per mille per l’anno finanziario 2008.

Continua ...

 

 

3m_approfondimenti
La Finanziaria 2007 all’articolo 2 del decreto attuativo (approvato il 2 aprile 2007) inerente il beneficio fiscale dei costi sostenuti per l'iscrizione annuale e per l'abbonamento dei minori (di età compresa tra i 5 ed i 18 anni) ad attività sportive dilettantistiche organizzate da associazioni sportive, palestre, piscine e altre strutture e impianti sportivi qualifica dette spese come oneri detraibili ex articolo 15, comma 1, lettera i quinquies, del Dpr 917/86.

Continua ...

 

1m_5-per-mille
Nessuna corsa per il 5 per mille Nessuna rincorsa all'iscrizione al sito dell'Agenzia delle entrate per la destinazione del 5 per mille a favore delle società e associazioni sportive dilettantistiche. Sarà il Coni a comunicare all'Agenzia delle entrate l'elenco delle società e associazioni sportive dilettantistiche regolarmente iscritte al registro. Il software, appositamente predisposto da Sogei, conferma tale impostazione, in quanto sono previsti, tra i soggetti per i quali è possibile l'iscrizione: onlus, associazioni di promozione sociale, associazioni riconosciute che senza fini di lucro operano in via esclusiva o prevalente in specifici settori di attività e fondazioni nazionali di rilevanza culturale. Ma sarà proprio così? Il dubbio viene posto dagli organismi sportivi di base che negli anni scorsi erano rimasti esclusi dal riparto del cinque per mille per non aver tentato (nel dubbio) l'iscrizione all'elenco. In questo senso Pietro Canta, componente della commissione di studio "Enti no profit" dell'Ungdcec [1], auspica un sollecito chiarimento in tal senso da parte dell'Agenzia delle Entrate o del Coni stesso per tranquillizzare il mondo sportivo, sempre di più alla ricerca di finanziamenti per salvare lo sport di base. [Pubblicato su Italia Oggi del 18 marzo 2008 a pag. 47] [1] Unione Nazionale Giovani Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili per maggiori approfondimenti:

Continua ...

 

1m_5-per-mille
Dal decreto "milleproroghe" arrivano nuove modifiche alla struttura del 5 per mille. Si amplia la platea dei soggetti ammessi con conseguente ritocco dello stanziamento. Nuovo aggiornamento dei modelli delle dichiarazioni. Silenzio assoluto sulla vicenda delle esclusioni dagli elenchi: centinaia di organizzazioni hanno preso la via del contenzioso. Nel frattempo l'Agenzia delle entrate ha pubblicato il software per la presentazione delle domande di iscrizione agli elenchi (entro il termine del 31 MARZO 2008), ma solo per gli "ENTI DEL VOLONTARIATO", in quanto per gli "Enti di ricerca scientifica e dell'università" provvederà il MIUR (Ministero dell'Università e della Ricerca) a predisporre l'elenco, così come il Ministero della Salute per gli "Enti della ricerca sanitaria". Si veda apposito approfondimento in tema di "associazioni sportive dilettantistiche", riconosciute dal CONI.

Continua ...

 

3m_approfondimenti
La dichiarazione Iva 2008 (relativa all'anno solare 2007) interessa le società ed associazioni sportive dilettantistiche titolari di partita Iva che non hanno optato per la legge 16 dicembre 1991 n.398 . In realtà l'adempimento sarà in scadenza, per tutti i contribuenti, alla data del 31 luglio 2008 sia per la dichiarazione autonoma che per quella unificata (compresa del mod. UNICO), ma la redazione del modello è propedeutica alla liquidazione dell'imposta risultante a debito (o a credito) dalla dichiarazione annuale che dovrà essere effettuata entro il 16 marzo 2008, per coloro che intendono versare l'imposta sul valore aggiunto senza maggiorazioni (ovvero per utilizzare il credito a compensazione con effetto 1/1/2008). Vediamo, in estrema sintesi, alcune novità che riguardano la dichiarazione Iva 2008, rinviando alla consultazione delle istruzioni ministeriali per il corretto adempimento.

Continua ...

 

 

15m_lavoro-e-previdenza
  IL “DOCUMENTO DI PROGRAMMAZIONE STRATEGICA DELL’ATTIVITA’ DI VIGILANZA PER L’ANNO 2008”   Il documento di programmazione strategica dell’attività di vigilanza per l’anno 2008, d’ora in avanti “il documento”, emanato dal Ministero del Lavoro e della Previdenza Sociale – Direzione generale per l’Attività Ispettiva di concerto con le Direzioni generali di INPS, INAIL ed ENPALS,   indica le linee – guida dell’attività ispettiva dei suddetti enti e, per quanto di competenza delle società ed associazioni sportive dilettantistiche, con particolare riferimento a quelle che gestiscono impianti sportivi, merita una particolare attenzione in relazione alla problematica – mai del tutto chiarita – dell’assoggettamento a contribuzione previdenziale ENPALS delle prestazioni di lavoro sportivo dilettantistico. Oggetto del presente intervento è l'analisi del documento, tuttavia si reputa opportuno, in via preliminare, effettuare un sunto delle problematiche relative al lavoro sportivo ed all'obbligo di assoggettamento ad assicurazione previdenziale delle prestazioni di lavoro sportivo dilettantistico, attraverso  un riepilogo delle norme e delle circolari di riferimento in materia, nonché della posizione assunta in merito dai consulenti Fiscosport:

Continua ...

 

15m_lavoro-e-previdenza
Con la pubblicazione in G.U n.42 del 19/02/2008 del Decreto Ministero del Lavoro del 21/01/2008, viene approvato il modulo obbligatoriamente utilizzabile dai lavoratori dipendenti in caso di recesso dal contratto di lavoro per "dimissioni volontarie". Il Decreto Ministero Lavoro del 21/01/08 vede la luce in G.U del 19/02/08, determinando pertanto l’obbligo di utilizzo dal 05.03.2008 .

Continua ...

 

15m_lavoro-e-previdenza
La L. 24.12.2007 (Protocollo del Welfare) ha apportato novità alla disciplina del contratto a tempo determinato a partire dal 1° gennaio 2008. Molta attenzione deve essere attuata per non rischiare la trasformazione di un contratto da tempo determinato a tempo indeterminato, poiché il legislatore ha deciso di cambiare, ampliandole, le regole inizialmente stabilite dall’articolo 5 del decreto legislativo 368/2001.

Continua ...

 

 


« Previous1 ... 36 37 38 39 40 41 Next » (556-570/603) | Per page: 15, 20


a
A

Fiscosport informa:

ABBONAMENTO 2019

 

Basta poco per garantirsi un anno di aggiornamenti fiscosportivi!!! 

Info su costi e modalità alla pagina Abbonamenti

Social

Condizioni di utilizzo | Trattamento dei dati | WebDesign


Fiscosport è una pubblicazione on-line registrata (Trib. Perugia n. 18 del 28/06/2011)
Direttore Responsabile: Francesco Sangermano
Fiscosport s.r.l. - PI e CF 01304410994 - n. REA 271620 - cap. soc. 10.000,00 euro i.v.

Copyright © 2013. All Rights Reserved.