Salta la paginazione e vai direttamente al contenuto della pagina

Professionisti esperti in materie fiscali sportive

HOMEHOME

3m_approfondimenti
Il particolare regime di esenzione di cui beneficiano i compensi da attività sportiva dilettantistica – redditi diversi ai sensi dell’art. 67, lett. m), T.U.I.R. – crea spesso dubbi ai percipienti in merito all’obbligo di inclusione tra i redditi di riferimento ai fini degli istituti di sostegno del reddito.

Continua ...

 

3m_approfondimenti
La società sportiva dilettantistica continua a destare notevoli dubbi applicativi, principalmente circa gli aspetti fiscali: cerchiamo con questo intervento di fare chiarezza.

Continua ...

 

4722m
Una a.s.d. ha usufruito del supporto di uno psicologo dello sport che ha rilasciato regolare fattura e al quale il commercialista ha richiesto la CU che dovrebbe aver rilasciato la società. Si chiede se la a.s.d. fosse tenuta a rilasciare la CU anche in presenza di regolare fattura per prestazione professionale, considerando che non vi sono state ritenute d'acconto in quanto lo stesso usufruiva di agevolazione fiscale.

Continua ...

 

19m_le-risposte-ai-quesiti
Si porta all'attenzione dei Consulenti Fiscosport la seguente riflessione: la legge di stabilità 2016 ha anticipato al 01/01/2016 l’entrata in vigore del d.l. n. 158/2015 sul sistema sanzionatorio. L’art. 19 del decreto 158/2015 prevede che per le associazioni in 398 l’inosservanza del limite delle operazioni in contanti non porti più alla decadenza dei benefici previsti dalla 398 stessa, salvo comunque le sanzioni in materia di antiriciclaggio. La norma doveva entrare in vigore nel 2017. E' corretto quindi interpretare che ora questo vale dal 01/01/2016. A questo punto è corretto ritenere che, se non esiste più questa norma, non ci ci sia più il limite dei 1.000 euro, ma che anche le associazioni abbiano il limite dei 3.000 per l'uso del contante Previsti dalla norma antiriciclaggio?

Continua ...

 

19m_le-risposte-ai-quesiti
Una a.s.d. del settore danza, di modeste dimensioni e con solo codice fiscale, svolge solo attività istituzionale, incassando le quote associative annuali e i corrispettivi specifici dai soci tesserati che partecipano ai corsi di danza. Alla chiusura dell'anno sportivo (31 agosto) risulta un attivo di 6000 euro circa, che in base allo statuto deve essere riportato all'anno successivo. Per non ‘deviare’ dall’attività istituzionale non vengono acquistati indumenti sportivi o altri accessori, per i quali provvedono personalmente gli associati. Si chiede se l’utile di cui sopra possa essere impiegato per migliorare la struttura dell’associazione (tendaggi, tinteggiatura, sedie nuove …) e se sia possibile anche l'acquisto occasionale di vestiti per i soci che partecipano a manifestazioni di danza, abiti che comunque rimarrebbero di proprietà dell'associazione.

Continua ...

 

4767m
Continuano i seminari di formazione specialistica organizzati dalla Fondazione Nazionale dei Commercialisti in collaborazione con Fiscosport! Questi i prossimi appuntamenti: PAOLA (23 settembre), REGGIO EMILIA (29 settembre), LATINA (4 ottobre), RIETI (6 ottobre), MATERA (6 ottobre), MACERATA (7 ottobre), TERAMO (7 ottobre), BRINDISI (7 ottobre).

Continua ...

 

 

18m_le-pillole-di-fiscosport
Come ricordato nella Sezione dello Scadenzario, entro il 30 settembre le a.s.d. ritardatarie potranno mettersi in regola qualora non abbiano adempiuto correttamente o nei tempi richiesti agli adempimenti relativi al 5 per mille o alla trasmissione del modello EAS

Continua ...

 

30m_scadenzario
Di seguito gli adempimenti più importanti con scadenza entro il 30 settembre 2015, tra i quali ricordiamo la presentazione del Modello UNICO ENC e la c.d. REMISSIONE IN BONIS applicabile alle inadempienze dei termini relativi al 5 PER MILLE e alla trasmissione del MODELLO EAS.

Continua ...

 

14m_la-redazione
Riprende con questo numero il consueto, quindicinale aggiornamento dedicato a temi e argomenti di interesse per le società e le associazioni sportive dilettantistiche. Ma prima di addentrarci nei "meandri" di questioni amministrative, fiscali giuridiche... desideriamo riprendere quanto scritto da Gianpaolo Concari, che con grande sensibilità e competenza ha descritto non solo le modalità con le quali possiamo dare un concreto aiuto a chi ha subito danni dal recente sisma ma anche le regole fiscali legate alle erogazioni liberali. All'augurio che chiude l'articolo ci uniamo anche noi tutti di Fiscosport. Buona lettura

Continua ...

 

1m_5-per-mille
Si semplificano gli adempimenti per iscrizione e rendicontazione del 5 per mille. Ma non tutto è risolto: forse una circolare dell'Agenzia delle entrate aiuterà a chiarire i nuovi termini per inviare iscrizioni e autocertificazioni

Continua ...

 

4762m
Ancora qualche giorno per chi non ha completato il quadro dichiarativo per l'anno solare 2015: fino al 15 settembre 2016 è in vigore la proroga disposta dal dpcm 26/7/2016 rispetto al termine originario del 31 luglio (automaticamente rinviato al 22/8/2016), per quanto attiene al modello 770 sia semplificato che ordinario, mentre per i modelli Unico delle persone fisiche e delle persone giuridiche (in questo caso se l'esercizio è coincidente con l'anno solare) il termine naturale cade al 30 settembre 2016.

Continua ...

 

19m_le-risposte-ai-quesiti
Una a.s.d. svolge diverse tipologie di corsi: nello statuto si legge infatti: "... l'a.s.d. ha per finalità la promozione, la formazione e la prevenzione nell'ambito delle attività motorie, sportive e del benessere psicofisico nel suo complesso realizzate attraverso corsi, stage e clinics teorici e pratici con o senza l'ausilio di animali indoor o outdoor. L'associazione ha altresì lo scopo di promuovere le tecniche di salvamento, con e senza l'ausilio di animali, e la lotta alla morte cardiaca improvvisa attraverso programmi di informazione e formazione alle manovre di primo soccorso con defibrillatore..." Ciò premesso, e tenuto conto che, appunto, vengono svolte diverse tipologie di corsi - alcune previste dal registro coni altre no - si chiedono chiarimenti a proposito delle due figure di socio e tesserato: potrebbe accadere che vi siano annate in cui ci siano solo soci ma non tesserati perchè non sono stati avviati i corsi per cui servivano i tesseramenti? E se sì, l'associazione sarebbe comunque in regola?

Continua ...

 

19m_le-risposte-ai-quesiti
Un'a.s.d., beneficiaria del 5 per mille, ha in previsione di chiudere l'associazione e costituire una s.s.d.: l'attività sportiva sarà la stessa e presumibilmente anche la denominazione societaria non cambierà. Per quanto attiene al contributo 5x1000, si chiede se lo stesso possa essere girato alla nuova s.s.d. o se, venuta meno l'a.s.d., il contributo sia destinato ad andare perso.

Continua ...

 

 


1 2 3 ... 142 Next » (1-15/2127) | Per page: 15, 20


a
A

Fiscosport informa:

Fiscosport © è un marchio registrato.

Il materiale pubblicato sul sito è tutelato dalla normativa sul diritto d'autore. Poiché scopo di Fiscosport è la divulgazione di informazioni utili al mondo sportivo dilettantistico, viene concessa volentieri la possibilità di utilizzare testi e allegati a condizione che vengano citati sia l’autore che la fonte (indicando il link di riferimento).

Grazie della collaborazione.

__PARTIAL EDIZIONI

Social

Condizioni di utilizzo | Trattamento dei dati | WebDesign


Fiscosport è una pubblicazione on-line registrata (Trib. Perugia n. 18 del 28/06/2011)
Direttore Responsabile: Francesco Sangermano
Fiscosport s.r.l. - PI e CF 01304410994 - n. REA 271620 - cap. soc. 10.000,00 euro i.v.

Copyright © 2013. All Rights Reserved.