Salta la paginazione e vai direttamente al contenuto della pagina

Professionisti esperti in materie fiscali sportive

HOMEHOME

3m_approfondimenti
Si è tenuto ad Ancona, sabato scorso, l’atteso convegno organizzato dalla Scuola Regionale dello Sport Marche, di cui avevamo dato notizia nell’ultima Newsletter di Fiscosport. Atteso, perché ha visto la partecipazione – straordinaria – del Direttore dell’Agenzia Entrate avv. Ernesto Maria Ruffini, che per la prima volta si è confrontato con una platea di operatori sportivi e consulenti sui temi relativi alla fiscalità dello società sportive dilettantistiche, nonché del Presidente della commissione fiscale del Coni dott. Andrea Mancino.

Continua ...

 

3m_approfondimenti
Con molto piacere pubblichiamo di seguito l’intervento del dott. Andrea Mancino, Presidente Commissione Coni per i rapporti con Agenzia delle Entrate e Inps, tenuto in occasione del Seminario "Le agevolazioni fiscali a favore dello sport dilettantistico" organizzato il 12 maggio 2018 dalla Scuola Regionale dello Sport Marche, Ancona, 12 maggio 2018

Continua ...

 

5171m
Come è noto il 25 maggio 2018 entrerà a regime il nuovo regolamento europeo sulla privacy. Benché si sia ancora in attesa del previsto decreto legislativo italiano di adeguamento, anche le a.s.d. e le s.s.d sono chiamate ad adeguarsi da subito alle disposizioni del GDPR: nel raccomandare la massima attenzione al rispetto di tali disposizioni, crediamo di fare cosa gradita ai nostri lettori mettendo a disposizione un fac-simile di modulo da far sottoscrivere a soci e tesserati.

Continua ...

 

 

19m_le-risposte-ai-quesiti
Si chiede quali siano le modalità di erogazione di denaro a favore di una a.s.d.: in altre parole se, oltre al rapporto classico di sponsorizzazione con contratto e fattura, esistano modi più "convenienti" sotto il profilo fiscale per l'azienda, e se sì poi come eventualmente ci si debba regolare per gestire l'immagine dell'azienda rispetto all'attività sportiva.

Continua ...

 

19m_le-risposte-ai-quesiti
E’ giunto in redazione un quesito particolare, non tanto per la domanda in sé, quanto per le soluzioni allo stesso applicabili. La questione attiene al seguente caso: una s.s.d. a r.l., che beneficia del regime fiscale della L. 398, riceve una fattura da una impresa di pulizie in reverse charge (art. 17); ad avviso della società la fattura deve essere emessa con applicazione dell'iva come indicato dalla Circolare 14/E del 2015, ma l'impresa di pulizia continua ad emettere in reverse charge. Si chiede quale sia la posizione corretta e come ci si debba eventualmente comportare qualora si continui a ricevere fatture in reverse charge.

Continua ...

 

19m_le-risposte-ai-quesiti
L'atleta, minorenne, di una a.s.d. ha presentato il certificato di idoneità alla pratica sportiva agonistica con la dicitura "IDONEO non in regola con la legge 292 del 05/03/1963". Sapendo che sia la legge che le direttive CONI impongono l'obbligo della vaccinazione antitetanica per gli sportivi si chiede come ci debba comportare nel caso in questione, se si possa accettare una liberatoria con assunzione di responsabilità da parte del genitore anche solo per poter far proseguire gli allenamenti al ragazzo.

Continua ...

 

19m_le-risposte-ai-quesiti
Si chiede se nella sala pesi di una palestra vi sia l'obbligo di garantire la presenza fissa di un istruttore e/o assistente di sala per tutta la durata dell'orario di apertura riservato ai soci o clienti, o se si possa mettere un avviso in cui si comunica che in determinate fasce orarie si può frequentare ugualmente la palestra ma non è garantita la presenza di un tecnico; in questa seconda ipotesi e in caso di infortunio vi sono responsabilità a carico della struttura che l'assicurazione potrebbe non coprire?

Continua ...

 

19m_le-risposte-ai-quesiti
In occasione di un controllo ministeriale a una soc. coop. dil. viene contestato il mancato pagamento della tassa di concessione governativa; in effetti, malgrado l'assenza di menzione delle cooperative tra i soggetti indicati nel comma 7 dell'art. 90 legge 289, l'ente coinvolto era convinto di godere dell'esenzione prevista per le a.s.d. e s.s.d.. Si chiede se esista qualche circolare o chiarimento in merito da parte di enti istituzionali al fine di avvalorare la tesi sostenuta dalla cooperativa, o se invece la tassa andava effettivamente pagata.

Continua ...

 

30m_scadenzario
Di seguito gli adempimenti più importanti con scadenza entro il 31 maggio 2018. Altre scadenze sul sito dell'Agenzia delle Entrate: in particolare per le associazioni senza Partita IVA (categoria G) e per le associazioni con Partita IVA (categoria E)

Continua ...

 

10m_giurisprudenza
Dopo l’approfondita analisi della giurisprudenza svolta da Giuliano Sinibaldi nel numero scorso (Newsletter Fiscosport n. 8/2018), segnaliamo due recentissime sentenze senza particolare “spessore” o contenuti innovativi, ma a nostro avviso comunque non poco istruttive per i dirigenti sportivi, ancor più che per i loro consulenti: segnali chiari e da tenere sempre ben presenti.

Continua ...

 

3m_approfondimenti
Cogliamo l'occasione del quesito posto dal Presidente di una piccola a.s.d. con solo c.f. e iscritta al nuovo registro CONI 2.0 - che chiede alla nostra Redazione informazioni sulle nuove regole da adottare a partire da 25 maggio 2018, data in cui dovrebbe entrare a regime il nuovo regolamento europeo sulla privacy - per aggiornare i nostri lettori su un tema che in questi giorni appare particolarmente attuale.

Continua ...

 

3m_approfondimenti
In attesa che nei prossimi giorni si definiscano alcune delle questioni più scottanti che riguardano il mondo dell’associazionismo sportivo, con il contributo che segue si intende offrire il resoconto in sintesi di un Convegno tenutosi il 27 marzo scorso presso l'ODCEC di Taranto nel corso del quale sono state affrontate le problematiche ancora in attesa di chiarimenti e soluzioni.

Continua ...

 

19m_le-risposte-ai-quesiti
Si chiede se sia possibile trasformare una s.r.l. esercente attività di gestione palestre e centro wellness in SSDL e se sia possibile inquadrare l'operazione come mera modifica statutaria. Si chiede inoltre conferma dell'opinione per cui secondo la legge di bilancio i servizi di carattere sportivo, resi dalle società sportive dilettantistiche lucrative riconosciute dal CONI nei confronti di chi pratica l'attività sportiva a titolo occasionale o continuativo in impianti gestiti da tali società, sono soggetti all'aliquota IVA del 10%, pertanto gli introiti derivanti dal centro wellness saranno assoggettati ad aliquota IVA del 22%. Come ci si dovrà comportare invece per l'Ires? Dalla lettura della legge di bilancio pare che l'imposta sul reddito delle società sia ridotta comunque alla metà...

Continua ...

 

5130m
Un'associazione sportiva dilettantistica che intende gestire un bar circolistico "complementare" all'attività istituzionale sportiva dovrà obbligatoriamente aprire partita IVA? Esistono strade alternative?

Continua ...

 


1 2 3 ... 168 Successivo » (1-15/2519) | Per pagina: 15, 20


a
A

Fiscosport informa:

Fiscosport © è un marchio registrato.

Il materiale pubblicato sul sito è tutelato dalla normativa sul diritto d'autore. Poiché scopo di Fiscosport è la divulgazione di informazioni utili al mondo sportivo dilettantistico, viene concessa volentieri la possibilità di utilizzare testi e allegati a condizione che vengano citati sia l’autore che la fonte (indicando il link di riferimento).

Grazie della collaborazione.

__PARTIAL EDIZIONI

Social

Condizioni di utilizzo | Trattamento dei dati | WebDesign


Fiscosport è una pubblicazione on-line registrata (Trib. Perugia n. 18 del 28/06/2011)
Direttore Responsabile: Francesco Sangermano
Fiscosport s.r.l. - PI e CF 01304410994 - n. REA 271620 - cap. soc. 10.000,00 euro i.v.

Copyright © 2013. All Rights Reserved.