Salta la paginazione e vai direttamente al contenuto della pagina

Professionisti esperti in materie fiscali sportive

HOMEHOME

19m_le-risposte-ai-quesiti
Un circolo sportivo gestisce all’interno dei propri locali un bar con autorizzazione amministrativa per soli soci. La somministrazione a frequentatori o a soci di altri circoli iscritti ad un’altra associazione aderente presso la stessa federazione è consentita? risposta a cura del Dott. Andrea Liparata, relatore al convegno nazionale Fiscosport di Alassio, Consulente Regionale Fiscosport Lazio

Continua ...

 

19m_le-risposte-ai-quesiti
Associazione sportiva in 398/1991 chiede di sapere: 1)       La somministrazione di alimenti e bevande fatta in un circolo sportivo a favore dei propri associati, partecipanti ed iscritti deve considerarsi come commerciale? 2)       I proventi da attività di somministrazione di alimenti e bevande sono assoggettati al 3% di imponibilità e quindi obbligatoriamente riportati nel registro di cui al DM 11/2/1997? 3)       Qualora al contrario il bar sia aperto anche a frequentatori terzi (ai quali non è riconosciuta la partecipazione democratica alla vita associativa) è necessario tenere una contabilità separata sui proventi e costi derivanti dalla somministrazione di alimenti e bevande? risposta a cura del Dott. Andrea Liparata, relatore al convegno nazionale Fiscosport di Alassio, Consulente Regionale Fiscosport Lazio  

Continua ...

 

M_art-no-image
Lo ha reso noto il messaggio dell'ENPALS del 16 ottobre 2006. Tale documento ha comunicato che le scadenze di cui alla circolare n. 13 del 7 agosto 2006 sono prorogate rispettivamente alla data del 16 gennaio 2007 per quanto riguarda il versamento dei contributi e alla data del 25 gennaio 2007 per la presentazione delle relative denunce. Si tratta della regolarizzazione delle posizioni contributive pregresse, il cui versamento dei contributi sarebbe dovuto avvenire entro il 16/10/2006, mentre le relative denunce si sarebbero dovute presentare entro il 25/10/2006. Attenzione: tale rinvio, in base al tenore letterale del messaggio, vale esclusivamente “per le società (e, ovviamente, per le associazioni) sportive dilettantistiche iscritte all’apposito Registro delle Associazioni e delle Società sportive dilettantistiche tenuto dal CONI”. Tale precisazione appare importante in quanto

Continua ...

 

M_art-no-image
La somministrazione di alimenti e bevande, rappresenta un’attività estremamente diffusa nell’ambito dei circoli e delle associazioni aventi finalità di carattere sportivo dilettantistico, ricreativo e culturale. Le motivazioni che giustificano l’apertura di bar presso enti non lucrativi, compresi quelli sportivi dilettantistici, possono ricondursi ai seguenti: 1) esigenza di incrementare le entrate finanziarie dell’ente; 2) miglioramento delle condizioni di permanenza degli associati presso il circolo. La qualificazione tributaria delle attività di somministrazione, sia ai fini delle imposte dirette, sia per le indirette è stata oggetto di numerosi interventi di carattere giurisprudenziale che ne hanno delineato i profili della rilevanza tributaria. Le casistiche di interesse Quando ci si sofferma ad esaminare i profili dell’imponibilità IRES e IVA dell’attività di gestione di bar è opportuno sottolineare che la problematica fiscale riguarda prevalentemente quelle entità di tipo associativo e societario, fiscalmente privilegiate, indicate negli artt.148 comma 3) del DPR n.917/1986 e 4 comma 4) del DPR n.633/1972. Diversamente, per tutte le altre tipologie non lucrative, variamente riconducibili alla definizione di ente non commerciale contenuta all’art.73 comma 1) lett.c) del TUIR, l’attività di gestione di bar e più in generale quella di somministrazione di alimenti e bevande assume

Continua ...

 

15m_lavoro-e-previdenza
L’ATTIVITA’ PROFESSIONALE DEGLI ISTRUTTORI SPORTIVI Il quesito che, a questo punto, le società/associazioni sportive dilettantistiche devono porsi è: quando, e al verificarsi di quali circostanze l’attività di uno sportivo dilettante (in particolare, di un istruttore sportivo) può essere qualificata quale attività professionale di lavoro autonomo? Prima di addentrarci nell’esame di tale problematica occorre evidenziare che, contrariamente a quanto avviene negli “ordinari” rapporti di lavoro, quelli, per intendersi, che gravitano nell’orbita INPS, ai fini ENPALS non esiste alcuna differenza fra attività di lavoro subordinato ed attività di lavoro autonomo. Infatti, chiunque svolge, anche solo occasionalmente, un’attività di tipo artistico o sportivo è tenuto

Continua ...

 

9m_convegni-ed-eventi
La recente esperienza del 3° meeting dei consulenti e del convegno nazionale Fiscosport, tenutosi ad Alassio (SV) domenica 15 ottobre 2006, ci porta a vagliare alcune considerazioni in merito all'opportunità di investire tempo e risorse nell'organizzazione di tali eventi. La presenza di tutti i Consulenti Nazionali e Regionali Fiscosport e buona parte dei Consulenti Provinciali e dei nostri Collaboratori di redazione e del progetto ci portano a rispondere positivamente, specie se si considera che vi era la presenza di addetti ai lavori (e non) da varie parti d'Italia (Agrigento, Bari, Potenza, Napoli, Roma, Pesaro, Forlì, Ravenna, Siena, Firenze, Parma, Piacenza, Venezia, Bergamo, Milano, Cuneo ... solo per citare chi ha fatto un bel viaggetto per essere presente). Spiace, invece, rilevare che la Liguria, ed in particolare le province di Savona ed Imperia non hanno fatto riscontrare l'atteso richiamo (solo 85 presenze complessive al convegno). Ci auspichiamo che coloro che non hanno potuto essere presenti (forse per l'ultimo scorcio d'estate), possano sfruttare l'ultima occasione di assistere ad un convegno di aggiornamento Fiscosport  in Liguria (almeno per l'annualità fiscosportiva 2006-2007), che si terrà GIOVEDI' 26 OTTOBRE p.v. a Chiavari (programma disponibile nella precedente news) . L'invito per l'organizzazione di convegni, corsi o serate di aggiornamento è invece rivolto per i prossimi mesi agli altri C.R. e C.P. CONI e alle Federazioni Sportive Nazionali, Discipline Sportive Associate ed Enti di Promozione Sportiva a livello nazionale, regionale o provinciale, che possono avvalersi della struttura Fiscosport per l'organizzazione e la divulgazione, e dei consulenti Fiscosport quali relatori, in incontri che possono essere il lancio del nuovo progetto (meglio analizzato nella prossima newsletter del 3 novembre 2006 ) o una semplice occasione per valutare l'interesse fiscosportivo in ambito provinciale o regionale.  

Continua ...

 

M_art-no-image
Notizia tratta dal sito www.enpals.it Con riferimento alla circolare n. 13 del 7 agosto 2006, questo Ente informa che per le società sportive dilettantistiche iscritte nell'apposito "Registro delle Associazioni e delle Società sportive dilettantistiche" tenuto dal CONI e trasmesso annualmente all'Agenzia delle Entrate, le scadenze precedentemente stabilite per la regolarizzazione degli adempimenti di cui alle circolari nn. 7 e 8 del 30 marzo 2006 sono prorogate

Continua ...

 

M_art-no-image
La 3° edizione del Meeting dei Consulenti Fiscosport, svoltosi ad Alassio sabato 14 ottobre 2006 nella Biblioteca Comunale, ha riscontrato la partecipazione di numerosi professionisti interessati al dibattito sugli argomenti in programma: dall'irrisolto problema dell'Iva sulle quote delle srl sportive alla cooperativa sportiva - una soluzione spesso trascurata, dalla trasformazione degli enti sportivi dilettantistici alle novità sugli affitti degli immobili dopo il decreto Bersani. Per concludere, la disamina delle problematiche ed i dubbi interpretativi nell'ambito del rapporto di lavoro nel mondo dello sport (con una appendice sulle problematiche del contenzioso in materia di lavoro subordinato dei lavoratori sportivi). Il dibattito si è aperto con il saluto dell'Assessore allo Sport del Comune di Alassio, Fabrizio Calò e quello di Ivo Bensa, Presidente del Comitato Provinciale CONI di Imperia, per poi passare alla presentazione dell'intera iniziativa a cura di Pietro Canta, Consulente Nazionale Fiscosport e Coordinatore dei Consulenti Fiscosport. La presenza di tutti i Consulenti Nazionali e Regionali Fiscosport e di buona parte dei Consulenti Provinciali ed aspiranti tali ha dato spunto alla presentazione del nuovo progetto 2007-2009 Fiscosport rivolto sia ai C.R. e C.P. CONI e alle Fsn/Dsa/Eps che hanno sperimentato il vecchio progetto globale 2004-2006, sia a quelli che si affacciano solo ora nel mondo fiscosportivo (progetto meglio analizzato nella prossima newsletter, insieme al resoconto dei lavori del convegno nazionale Fiscosport, sponsorizzato da Computers House e con il contributo del CONI Regionale della Liguria per la stampa delle dispense). La superba prestazione della nostra nazionale femminile di pallavolo, nell'ambito del torneo premondiale "Alassio Women Volley Cup", giunta alla finale per il 1° 2° posto in programma mercoledì 18 ottobre (ore 20.30 - Palasport Ravizza), ha reso ancor più festoso l'ambiente di lavoro per le selezioni e per le riunioni programmate. L'appuntamento di Fiscosport è per i prossimi convegni in programmazione e per il 4° Meeting per il quale sono aperte le candidature.

Continua ...

 

15m_lavoro-e-previdenza
la 2^ parte nella newsletter n. 35 del 24 ottobre 2006 - nelle NEWS - sezione delle Rubriche nella home page del sito www.fiscosport.it . A partire dal mese di Aprile 2006 ... sono state effettuate numerose verifiche in capo a società ed associazioni sportive dilettantistiche, sia da parte di ispettori ENPALS che da Uffici territoriali della SIAE, verifiche che, salvo rare eccezioni, si sono concluse con un verbale di accertamento che evidenziava la presenza di figure di “lavoratori” non iscritti all’istituto ed in relazione ai quali non è stato effettuato alcun versamento contributivo. Tali verifiche hanno comprensibilmente messo in fibrillazione tutto l’ambiente sportivo dilettantistico; se si tiene in considerazione che, come sarà più dettagliatamente illustrato nel prosieguo della presente relazione: a) l’aliquota contributiva ENPALS è pari al 32,7% dei compensi erogati, a qualsiasi titolo, anche in natura, ai “lavoratori”, siano essi subordinati, autonomi o occasionali; b) tale aliquota si applica ai compensi giornalieri, i quali, ai fini contributivi, non possono comunque essere inferiori ad un minimale che, per l’anno 2006, è fissato in € 40,62 (talché la contribuzione minima giornaliera non può essere inferiore ad € 13,28); c) l’obbligo di assoggettamento contributivo comporta, oltre all’aspetto economico/finanziario del versamento, una serie di impegnativi adempimenti formali che richiedono l’ausilio di un professionista esperto in materia; risulta evidente che, se fosse passata questa linea interpretativa le conseguenze per l’organizzazione delle società/associazioni sportive dilettantistiche, soprattutto quelle di più piccola dimensione, e per tutto il mondo sportivo dilettantistico sarebbero state devastanti. L’assoggettamento a contribuzione con aliquota del 32,7% dei compensi, rimborsi spese, premi, ex art. 67 c. 1 lett. m) TUIR, erogati ad atleti, allenatori, collaboratori amministrativo/gestionali avrebbe definitivamente compromesso il già fragile (quando è raggiunto) equilibrio economico di gran parte dei sodalizi sportivi. LA POSIZIONE DI FISCOSPORT

Continua ...

 

11m_guide-e-vademecum
ASPETTI CIVILISTICI DELLA TRASFORMAZIONE SOCIETARIA . Una delle novità di rilievo contenute nel D.Lgs. 17 gennaio 2003 n. 6 (attuativo della cd. riforma del diritto societario) attiene alla possibilità di effettuare la trasformazione tra enti giuridici aventi non solo diversa natura, ma anche diverso scopo causale. I nuovi artt. 2500 –septies e 2500 – opties del codice civile, infatti, consentono ora di effettuare le operazioni di trasformazione da società di capitali ad associazioni non riconosciute e da associazioni a società di capitali. Il tema è di particolare interesse, ove si consideri che il novellato art.90 della legge 27 dicembre 2002 n. 289 (modificato dalla legge n.128/2004) al comma 17 ha espressamente previsto che l’attività sportiva dilettantistica può essere svolta in una delle “.. seguenti forme: a) associazione sportiva priva di personalità giuridica disciplinata dagli artt.36 e ss. del codice civile; b) associazione sportiva con personalità giuridica di diritto privato ai sensi del regolamento di cui al DPR 10.02.2000 n.361; c) società sportiva di capitali o cooperativa costituita secondo le disposizioni vigenti, ad eccezione di quelle che prevedono le finalità di lucro...”. Sembrerebbe, perciò, indubbia, ora, (e si anticipano sin da ora alcune considerazioni che si approfondiranno nel prosieguo) la possibilità di trasformare un’associazione sportiva dilettantistica in una società sportiva di capitali o cooperativa e viceversa. In sede di prima applicazione di tali disposizioni, però, si pone il problema della possibilità di mantenere i titoli ed i riconoscimenti sportivi faticosamente raggiunti dall’ente sportivo prima della trasformazione e perciò ci si è interrogati sugli effetti giuridici in capo all’ente preesistente, a seguito della trasformazione. La complessità della questione impone in via preliminare un esame dell’istituto della trasformazione nella disciplina del codice civile, quindi si cercherà di suggerire alcune soluzioni interpretative

Continua ...

 

9m_convegni-ed-eventi
Il Collegio dei Ragionieri e l'Ordine dei Dottori Commercialisti di Chiavari organizzano per GIOVEDI' 26 OTTOBRE 2006  il convegno di aggiornamento Fiscosport c/o la Soc. Economica - via Ravaschieri 15 - CHIAVARI (GE) . Al convegno, aperto anche agli utenti Fiscosport (ingresso libero, con prenotazione obbligatoria - cliccando qui ) , sarà distruibuita, oltre ad un opuscolo specifico sugli argomenti trattati, la dispensa di 80 pagine distribuita al Convegno nazionale Fiscosport di Alassio (grazie al contributo del CONI Liguria, entro il 27 ottobre p.v. provvederemo anche a fornire un numero consistente delle stesse al C.R. e ai C.P. CONI liguri).  Questo il programma: ore 15.15 – relazioni dell' Avv. Katia Scarpa, Consulente Provinciale Fiscosport Milano (nella foto) - Responsabilità civile e penale nello sport - Le associazioni sportive dilettantistiche e le agevolazioni fiscali - Le srl sportive e l’art. 148 del TUIR: dubbi interpretativi e questioni irrisolte ore 16.30 – Coffee break ore 16.45 – relazioni del Rag. Pietro Canta, Consulente Nazionale Fiscosport - Imperia - La contribuzione Enpals e la tipologia dei redditi diversi - Le novità del decreto Bersani per il no profit e l’addio all’F24 cartaceo - Sponsorizzazioni e liberalità a favore dello sport dilettantistico ore 18.00 – Le risposte ai quesiti ore 18.45 - Chiusura dei lavori. PRENOTAZIONI acquisite dal sistema: Utenti Fiscosport n.1090/GE - 1913/BS - 2932/GE - 5754/GE - 5922/AL - 7603/LT - 7823/SI x 2 pers.  NUOVE PRENOTAZIONI (dopo la newsletter n. 35/2006): 7275/GE x 2 pers. - 7814/GE Non è richiesta la prenotazione per gli iscritti all'Ordine dei Dottori Commercialisti e al Collegio dei Ragionieri di Chiavari.

Continua ...

 

M_art-no-image
Nella Gazzetta Ufficiale n. 233 del 6 ottobre 2006 è stato pubblicato il decreto del presidente del Consiglio dei ministri del 4 ottobre 2006 contenente il rinvio del termine per l'utilizzo di modalità di pagamento F24 esclusivamente in via telematica dal 1° ottobre 2006 al 1° gennaio 2007  per i soggetti titolari, di partita Iva diversi da quelli di cui all'articolo 73, comma 1, lettera a) e b), del Testo unico delle imposte dirette (e quindi il termine resta fissato al 1° ottobre 2006 per le società per azioni e in accomandita per azioni, le società a responsabilità limitata, le società cooperative e le società di mutua assicurazione residenti nel territorio dello Stato, gli enti pubblici e privati diversi dalle società, residenti nel territorio dello Stato, che hanno per oggetto esclusivo o principale l'esercizio di attività commerciali ). Sono destinatarie del rinvio del termine per l'utilizzo della modalità di pagamento dell'F24 esclusivamente in via telematica le ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE, mentre non è prevista la proroga per le SOCIETA' SPORTIVE DILETTANTISTICHE, costituite nella forma di società di capitali.

Continua ...

 

M_art-no-image
Ha destato polemiche la mancata riproposizione del 5 per mille nella legge finanziaria 2007. Sembra però che si tratti di una svista. La novità sperimentale di devolvere il 5 per mille dell’I.R.Pe.F. al settore non profit o alla ricerca scientifica e sanitaria, all’università o alle attività sociali svolte dai comuni, proposta lo scorso anno nella legge finanziaria per l’anno 2006 (ma da applicare al gettito I.R.Pe.F. 2005), sembra avere avuto vita assai breve. Nella legge finanziaria per il 2007 infatti il 5 per mille non è stato riproposto.

Continua ...

 

M_art-no-image
I contribuenti, nell’apprendere le prime notizie, nell’ambito fiscale, sul disegno di legge della finanziaria 2007, si sono chiesti se la detrazione annunciata di € 210 sulle spese sostenute per i figli a carico relativamente agli impianti sportivi (palestre, piscina, campi sportivi ecc...) sia da considerare come una detrazione totale dall'imponibile del suddetto importo oppure se sia da utilizzare con una aliquota non specificata, insomma se l‘importo di € 210 costituisca una soglia oppure una somma detraibile?

Continua ...

 

M_art-no-image
Informiamo gli utenti Fiscosport e tutti coloro che sono interessati a partecipare al meeting e/o al convegno che l'INGRESSO E' LIBERO e non è richiesta, nè necessaria la prenotazione (la garanzia di assistere ai lavori si avrà soltanto con un sufficiente grado di puntualità) . Qui in calce il programma completo dei lavori, comprese le selezioni dei consulenti (a numero chiuso) ed altre iniziative collaterali:  

Continua ...

 


« Precedente1 ... 160 161 162 163 164 ... 173 Successivo » (2416-2430/2595) | Per pagina: 15, 20


a
A

Fiscosport informa:

Da segnare sull'Agenda:

 

X CONVEGNO NAZIONALE

e

MEETING DEI CONSULENTI

 

 

Senigallia (AN) - 19 e 20 Ottobre 2018

__PARTIAL EDIZIONI

Social

Condizioni di utilizzo | Trattamento dei dati | WebDesign


Fiscosport è una pubblicazione on-line registrata (Trib. Perugia n. 18 del 28/06/2011)
Direttore Responsabile: Francesco Sangermano
Fiscosport s.r.l. - PI e CF 01304410994 - n. REA 271620 - cap. soc. 10.000,00 euro i.v.

Copyright © 2013. All Rights Reserved.