Salta la paginazione e vai direttamente al contenuto della pagina

Professionisti esperti in materie fiscali sportive

HOMEHOME

 

19m_le-risposte-ai-quesiti
Nella modulistica predisposta dal dott. Andreani e pubblicata il 17 maggio, "Retro modulo di richiesta ammissione a socio (Privacy).docx", non c'è alcun riferimento a eventuali consensi commerciali, spesso presenti invece nei modelli privacy che si utilizzavano in precedenza. Una polisportiva, vorrebbe, come già fatto negli anni passati, creare un dialogo tra i soci o tesserati e le aziende sponsor, ovvero proporre i servizi e prodotti degli sponsor accompagnati da offerte speciali o promozioni riservate, anche direttamente verso il nostro socio o tesserato oppure attraverso l'associazione. Si chiede come vada integrato il modulo per ottenere questo consenso.

Continua ...

 

19m_le-risposte-ai-quesiti
Si richiede un parere in merito all'obbligo di dotarsi del defibrillatore, nonché di assicurare la presenza di una persona debitamente formata all'utilizzazione del dispositivo, in capo ad una s.s.d. sportiva dilettantistica (affiliata ad un ente di promozione sportiva riconosciuto CONI) che svolge attività di scuola calcio. Si precisa che la società in questione effettua unicamente corsi per ragazzi, senza effettuazione di attività agonistica (partecipazione a campionati, né gare di alcun genere). L'ultimo D.M. del 26 giugno 2017 sembra limitare l'obbligo in oggetto ai soli eventi sportivi consistenti in gare (vedasi la lett. b) dell'art. 1 del D.M.); dal tenore della disposizione sembra potersi ritenere che non sussista alcun obbligo in relazione agli allenamenti, mancando nel caso prospettato l'aspetto competitivo e agonistico. Si chiede se tale interpretazione possa ritenersi corretta, anche considerando il riferimento che il Decreto Balduzzi (allegato E punto 4.2) opera alla garanzia della presenza di una persona formata all'utilizzo del defibrillatore "nel corso delle gare e degli allenamenti".

Continua ...

 

19m_le-risposte-ai-quesiti
Esiste una associazione che organizza un circuito di gare podistiche "competitive non agonistiche", senza il patrocinio della FIDAL o di altro EPS (CSI, UISP, ecc.) e l'associazione non è iscritta al CONI (che in seguito chiameremo "Associazione"). A questa associazione si affiliano circa 40 associazioni sportive dilettantistiche (che in seguito chiameremo "Asd"), regolarmente affiliate alla FIDAL o altro EPS ed al CONI, per consentire la partecipazione alle gare dei propri atleti e per organizzare singole gare di questo circuito. Il Consiglio direttivo viene eletto dai Presidenti di tutte le Asd affiliate, ed ogni Asd può candidare una sola persona. Iscrizioni al circuito: In fase di iscrizione dell'atleta, con il rilascio del numero di pettorale (valido x tutta la stagione e per tutte le gare del circuito) l'Associazione richiede la compilazione con i propri dati e la firma di un modulo dove il singolo atleta o il genitore, in caso di minori, dichiara DI ESSERE IDONEO/A ALLA PRATICA SPORTIVA COMPETITIVA NON AGONISTICA ed inoltre il nome della Asd a cui è tesserato. Non viene richiesto nessun certificato medico sportivo e non viene richiesto nulla alla Asd di appartenenza (non viene fatta nessuna verifica). Alla partenza delle singole gare, la Asd organizzatrice del singolo evento, non si occupa delle iscrizioni (lo fa l'Associazione) anche se alla fine la Asd incassa le quote di iscrizione. Alla Asd organizzatrice spetta solo il compito di preparare il percorso, i punti di ristoro, le premiazioni, l'ambulanza, ecc. Si desidera sapere, specialmente per quanto riguarda la certificazione medica: 1) è sufficiente una autodichiarazione di idoneità alla pratica sportiva competitiva non agonistica? 2) che responsabilità ha la Asd se un Atleta si iscrive dichiarando di essere un suo tesserato, quando in realtà non lo è? 3) che responsabilità ha la Asd che organizza il singolo evento, dal momento che, non occupandosi delle iscrizioni, non ha nessun mezzo per poter verificare a) se l'atleta è veramente tesserato ad una associazione sportiva dilettantistica, b) se è in possesso del certificato medico (l'unico documento è l'autocertificazione all'atto dell'iscrizione al circuito)? Se ci fossero delle responsabilità, è sufficiente: a) inviare alla Associazione un elenco dei propri tesserati, con copia firmata per ricevuta, diffidando dall'iscrivere come propri atleti persone non nell'elenco; b) per le gare organizzate dalla nostra Asd richiedere, alla Associazione, un elenco dei partenti con dichiarazione che sono tutti in regola con le certificazioni mediche sportive?

Continua ...

 

18m_le-pillole-di-fiscosport
Il 19 luglio scorso il Senato ha approvato il ddl che proroga di 6 mesi il termine per adottare i correttivi al Codice del Terzo settore (Dlgs 117/2017).

Continua ...

 

30m_scadenzario
Di seguito gli adempimenti più importanti con scadenza entro il 31 luglio 2018. Altre scadenze sul sito dell'Agenzia delle Entrate: in particolare per le associazioni senza Partita IVA (categoria G) e per le associazioni con Partita IVA (categoria E)

Continua ...

 

 

19m_le-risposte-ai-quesiti
Una a.s.d. con partita IVA è proprietaria di beni mobili (tavoli e panche) non più utilizzati. Il Consiglio Direttivo ha così deliberato di cedere i tavoli e le panche ai soci o ad altre a.s.d. dietro versamento di un corrispettivo (il 50/60 % del valore d'acquisto). Il ricavato verrebbe versato sul c/c dell'Associazione per poi mandare avanti l'attività istituzionale. Quale procedura seguire per procedere alla cessione del bene per non incorrere in eventuali contestazioni di natura fiscale?

Continua ...

 

19m_le-risposte-ai-quesiti
Nella stesura di un contratto di pubblicità e/o sponsorizzazione sportiva dilettantistica sono individuati i dati personali del titolare dell'azienda cliente. Come vanno trattati questi dati ai fini del Regolamento UE 2016/679? E' necessario inserirli nel contratto e farsi firmare il consenso?

Continua ...

 

19m_le-risposte-ai-quesiti
Una a.s.d che svolge attività di arti marziali, nello specifico Karate, sia agonistica che non agonistica, chiede se sussista l'obbligo della presenza di un defibrillatore presso la struttura o strutture private dell'a.s.d. dove viene svolto l'allenamento settimanale o se l'obbligo riguardi esclusivamente le strutture dove vengono svolte manifestazioni quali gare/competizioni. In caso di risposta affermativa circa l'obbligo della presenza del defibrillatore anche durante i soli allenamenti si richiede se il personale formato all'uso del defibrillatore debba sempre essere presente durante l'allenamento.

Continua ...

 

19m_le-risposte-ai-quesiti
Si chiede se la stipula di co.co.co sportivi, così come disciplinato dalla Legge di bilancio per il 2018, da parte di a.s.d. a favore di istruttori sportivi dilettanti che collaborano in modo continuato possa comportare la riclassificazione del rapporto collaborativo in rapporto subordinato vista la continuità e a volte la professionalità del percipiente.

Continua ...

 

19m_le-risposte-ai-quesiti
Si chiede se corrisponda al vero quanto comunicato da un Ente di promozione secondo il quale gli attestati di Pilates Yoga e Personail Trainer non sono più validi e tuttavia, pagando € 35,00 senza fare alcun corso, l'attestato viene trasformato con la qualifica di Ginnastica per tutti.

Continua ...

 

19m_le-risposte-ai-quesiti
Si chiede se in un Centro Sportivo Estivo gli Istruttori, per rientrare nel compenso dei 10.000 euro, debbano essere obbligatoriamente in possesso di una qualifica federale, di E.P.S. o IUSM. Per gli IUSM devono possedere la laurea o basta essere studenti?

Continua ...

 

30m_scadenzario
Di seguito gli adempimenti più importanti con scadenza entro il 16 luglio 2018. Altre scadenze sul sito dell'Agenzia delle Entrate: in particolare per le associazioni senza Partita IVA (categoria G) e per le associazioni con Partita IVA (categoria E)

Continua ...

 

5211m
La "mini-riforma" sullo sport introdotta a dicembre con la Legge di Bilancio, le nuove co.co.co., l'introduzione della società sportiva lucrativa? E i convegni, i dibattiti, i tavoli di lavoro?!? Dimentichiamo tutto: per il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio con delega allo sport Giancarlo Giorgetti il segnale della nuova attenzione del governo per il mondo dello sport passa attraverso un colpo di spugna delle precedenti novelle.

Continua ...

 


« Precedente1 2 3 4 ... 172 Successivo » (16-30/2577) | Per pagina: 15, 20


Condizioni di utilizzo | Trattamento dei dati | WebDesign


Fiscosport è una pubblicazione on-line registrata (Trib. Perugia n. 18 del 28/06/2011)
Direttore Responsabile: Francesco Sangermano
Fiscosport s.r.l. - PI e CF 01304410994 - n. REA 271620 - cap. soc. 10.000,00 euro i.v.

Copyright © 2013. All Rights Reserved.