Salta la paginazione e vai direttamente al contenuto della pagina

Professionisti esperti in materie fiscali sportive

HOMEHOME

19m_le-risposte-ai-quesiti
Una società sportiva dilettantistica a responsabilità limitata non lucrativa, affiliata alla federazione motociclistica Italiana, gestisce un impianto sportivo (circuito) con annesso bar aperto a tesserati frequentatori e non. La società, pur non avendo scopo di lucro, nella gestione delle proprie attività, realizza lucro oggettivo, che, per espressa previsione statutaria, non può in nessun caso essere distribuito. Uno dei soci, che riveste anche la carica di amministratore, presta, a titolo gratuito, la propria opera, partecipando personalmente al lavoro aziendale con svolgimento di attività sia organizzativa e di direzione sia esecutiva (preposto bar e organizzatore delle giornate di prove libere). Esiste obbligo di iscrizione del detto socio lavoratore alla gestione INPS commercianti? Cosa cambia se il socio lavoratore è già iscritto come lavoratore autonomo a un ente o cassa di ordine professionale (ad esempio, geometra o architetto) e ha pertanto una copertura previdenziale?

Continua ...

 

19m_le-risposte-ai-quesiti
Con riferimento alle società di capitali e alle cooperative senza scopo di lucro sportive dilettantistiche la base imponibile IRAP si determina mediante le ordinarie regole previste per gli enti commerciali, partendo dal fatto che tali enti non abbiano optato per il regime 398/1991. Pertanto, trattandosi di soggetti tenuti per legge alla contabilità ordinaria e alla redazione del bilancio, il valore della produzione netta è dato dalla differenza tra la somma delle voci classificabili nel valore della produzione di cui al primo comma, 1 lett. a), dell’art. 2425 del c.c. e la somma di quelle classificabili nei costi della produzione di cui alla lettera b) del medesimo comma, ad esclusione delle perdite su crediti e delle spese per il personale dipendente. Nella riclassificazione secondo le regole di bilancio previste dalla disciplina civilistica, i componenti positivi e negativi ai fini IRAP, indipendentemente dalla collocazione nel conto economico, sono accertati in ragione della loro corretta classificazione. Quindi non potendo separare l'attività istituzionale da quella commerciale - in quanto ai fini IRAP per le società di capitali senza scopo di lucro sportive dilettantistiche non vi è questa distinzione - si chiede se verranno inclusi anche tutti i ricavi e costi afferenti alla sfera istituzionale, come ad esempio tra i ricavi i corrispettivi specifici di cui art. 148 T.U.I.R. (cosiddetti abbonamenti), le quote di tesseramento alla Federazione, tra i costi i compensi sportivi e amministrativo-gestionali, le utenze, gli affitti ecc. Si chiede se sia corretto ritenere che sussista di conseguenza un regime di favore ai fini IRAP nei confronti delle a.s.d. che svolgendo anche attività commerciale (e senza aver optato al regime 398/1991) separano l'attività istituzionale (includendovi tra i ricavi i corrispettivi specifici di cui art. 148 T.U.I.R., le quote di tesseramento alla Federazione, le quote associative) da quella commerciale e che solo su quest'ultima calcoleranno la base imponile come gli enti commerciali.

Continua ...

 

19m_le-risposte-ai-quesiti
Si chiede se sia possibile indire e svolgere riunioni del Consiglio Direttivo con la partecipazione, e con diritto di voto, dei Soci dei singoli Corsi organizzati dalla a.s.d. per discutere e deliberare sull’ordine del giorno di specifici argomenti che li coinvolgono direttamente? (naturalmente la semplice convocazione del Consiglio Direttivo sarebbe rivolta anche a tutti i Soci della ASD, tramite affissione dell’avviso in bacheca). Si chiede inoltre se sia possibile redigere Verbale del Consiglio Direttivo con le decisioni approvate o non approvate, con firma dei Soci attestanti la partecipazione alla riunione ? Va da se che in tali riunioni non verrebbero mai trattate decisioni che potrebbero trattare argomenti che finanziariamente si riflettessero sulla gestione della ASD.- Naturalmente per il normale disbrigo delle pratiche di competenza del Consiglio Direttivo, che riguardano l’attività e gli impegni di tutta l’Associazione, le riunioni rimarrebbero con lo status di norma.

Continua ...

 

 

19m_le-risposte-ai-quesiti
Una s.s.d. che organizza corsi di nuoto per ogni fascia di età chiede se ai corsi per neonati possano essere accettati bambini non vaccinati o se invece sussistano obblighi in tal senso? Si chiede inoltre se vi siano obblighi o raccomandazioni anche per la fascia d'età pre-scuola dell'obbligo.

Continua ...

 

19m_le-risposte-ai-quesiti
Una a.s.d. in procinto di acquistare un gonfiabile negli Stati Uniti chiede quale sia il comportamento corretto da tenere sotto il profilo fiscale e quali adempimenti vi siano: in particolare si chiede conferma se sia corretto l'utilizzo del solo codice fiscale e se corrisponda al vero che la a.s.d. è esonerata dall'iva, deve solo dichiarare l'acquisto alla dogana e pagare il dazio, e infine registrare la fattura in contabilità come costo senza versare l'IVA allo Stato italiano.

Continua ...

 

19m_le-risposte-ai-quesiti
Si chiede se sia possibile per una società sportiva dilettantistica senza fine di lucro procedere alla cessione di ramo d'azienda nei confronti di altra società analoga. Più precisamente trattasi di società che gestisce due impianti sportivi (dove vengono svolti corsi di fitness) in due località diverse e che vorrebbe cederne uno ad altra s.s.d. In caso affermativo, si chiede altresì se l'eventuale plusvalenza da cessione sia soggetta a tassazione (si ritiene solo Ires) posto che la società ha optato a suo tempo per le Legge 398/91.

Continua ...

 

 

9m_convegni-ed-eventi
Il Convegno avrà luogo Venerdì 13 aprile 2018, dalle ore 14.00 alle 19.00, presso il Palazzo Castiglioni, Corso Venezia n. 47, a Milano. L’evento è gratuito ed è accreditato presso l'Ordine degli Avvocati di Milano (2 CFP), l'Ordine dei Commercialisti di Milano (5 CFP), ed è stata inoltrata richiesta di accreditamento all’Ordine degli Ingegneri. Per iscriversi: www.antesacademy.it

Continua ...

 

30m_scadenzario
Di seguito gli adempimenti più importanti con scadenza entro il 16 aprile 2018. Altre scadenze sul sito dell'Agenzia delle Entrate: in particolare per le associazioni senza Partita IVA (categoria G) e per le associazioni con Partita IVA (categoria E)

Continua ...

 

 

3m_approfondimenti
Il Consiglio nazionale dei Dottori Commercialisti e degli esperti contabili ha pubblicato un documento (qui allegato) che contiene alcune proposte di emendamenti al Codice del terzo Settore finalizzate, nella sostanza – per quanto di interesse delle Associazioni Sportive Dilettantistiche - a prevedere l’inserimento nel Codice della A.S.D quali categoria “tipizzata”.

Continua ...

 

3m_approfondimenti
Da un interessante quesito di un nostro lettore cogliamo l’occasione per un’approfondita analisi delle disposizioni in materia di co.co.co. sportive dilettantistiche introdotte dalla l. 27.12.2017 n. 205: le nuove norme portano al superamento dell’incipit dell’art. 67, comma 1, lett. m), o è ancora richiesto il requisito della non professionalità della prestazione?

Continua ...

 

19m_le-risposte-ai-quesiti
Una società sportiva dilettantistica lucrativa iscritta al coni si accinge ad acquistare delle attrezzature da inserire in un impianto sportivo che non gestirà direttamente. L'iva sarà agevolata al 10%? oppure ordnaria al 22% in quanto non gestisce direttamente l'attività?

Continua ...

 

19m_le-risposte-ai-quesiti
Si chiede se sia corretto che un'a.s.d. che ha pagato ai propri istruttori sportivi dilettanti nell'anno 2017: - compensi sportivi dilettantistici; - rimborsi chilometrici (calcolati in base alle tabelle ACI ed a seconda del modello auto, per i km percorsi dal comune di residenza del soggetto sportivo dilettante al comune di esercizio dell'attività sportiva) ai fini della C.U. debba indicare i compensi sportivi dilettantistici mentre NON debba indicare i rimborsi chilometrici,

Continua ...

 


« Precedente1 2 3 4 ... 167 Successivo » (16-30/2501) | Per pagina: 15, 20


a
A

Fiscosport informa:

Fiscosport © è un marchio registrato.

Il materiale pubblicato sul sito è tutelato dalla normativa sul diritto d'autore. Poiché scopo di Fiscosport è la divulgazione di informazioni utili al mondo sportivo dilettantistico, viene concessa volentieri la possibilità di utilizzare testi e allegati a condizione che vengano citati sia l’autore che la fonte (indicando il link di riferimento).

Grazie della collaborazione.

__PARTIAL EDIZIONI

Social

Condizioni di utilizzo | Trattamento dei dati | WebDesign


Fiscosport è una pubblicazione on-line registrata (Trib. Perugia n. 18 del 28/06/2011)
Direttore Responsabile: Francesco Sangermano
Fiscosport s.r.l. - PI e CF 01304410994 - n. REA 271620 - cap. soc. 10.000,00 euro i.v.

Copyright © 2013. All Rights Reserved.