Salta la paginazione e vai direttamente al contenuto della pagina

Professionisti esperti in materie fiscali sportive

HOMEHOME

19m_le-risposte-ai-quesiti
Si chiede se possano essere erogati compensi sportivi dilettanti da una a.s.d. ad allenatori/istruttori che non hanno frequentato nessun corso presso federazioni o Eps per il rilascio di un "titolo" abilitante all'insegnamento dei loro sport, tenuto conto che si tratta comunque di associati o tesserati (o associati e tesserati) della a.s.d. che eroga il compenso. Il caso concreto è rappresentato da una ex ballerina alla Scala, senza titolo abilitante all'insegnamento.

Continua ...

 

19m_le-risposte-ai-quesiti
A proposito della nuova normativa in tema di co.co.co. sportivi: dalla portata della norma contenuta nella finanziaria 2017, e già in vigore dal 2018, non è più possibile stipulare lettere di incarico per istruttori/maestri/allenatori e pagarli con una ricevuta ed autocertificazione di non superamento della soglia ex 7.500,00 da parte del percipiente ma, occorre stipulare un co.co.co. sportivo, comunicarlo al centro per l'impiego, emettere un cedolino, istituire il LUL. Si chiede se questa norma valga anche se l'istruttore è un socio dell'a.s.d. e come si debba procedere per non incorrere in sanzioni.

Continua ...

 

19m_le-risposte-ai-quesiti
Si chiede, in merito a un vs. approfondimento del 21 dicembre 2017 sulle società sportive dilettantistiche lucrative inerente al c.d. "pacchetto sport" della legge di stabilita 2018, se nel punto 3 dell'approfondimento, rubricato "L'inquadramento dei collaboratori sportivi", la novità di considerare stipulato sotto forma di "co.co.co." un qualunque contratto sportivo dilettantistico sia da intendersi già operativa per tutti gli incarichi sportivi dilettantistici con decorrenza 1 gennaio 2018, se tale disposizione sia da intendersi riferita alle sole società dilettantistiche lucrative ovvero anche alle semplici a.s.d. non lucrative, e si chiede soprattutto di sapere, allo stato attuale, come si pongano e che valenza abbiano alcune delibere varate in questi mesi da qualche Federazione Sportiva Nazionale o da qualche Ente di Promozione Sportiva circa la definizione di svolgimento di attività sportiva dilettantistica "nell'esercizio diretto", con la novità del conferimento solo al CONI della potestà nel deliberare quali prestazioni sportive considerare meritevoli di rispettare e rientrare nei dettami della circolare 1/2016 dell'ispettorato nazionale del lavoro quali prestazioni riconosciute.

Continua ...

 

16m_le-dichiarazioni
... che slitta al 6/4/2018. La nuova data di scadenza della comunicazione dei dati delle fatture del secondo semestre 2018 è stata fissata dal provvedimento del Direttore dell'agenzia delle Entrate il 5 febbraio scorso.

Continua ...

 

5092m
Con la recente nota esplicativa del 1° febbraio scorso il Ministero della salute, considerate le numerose richieste in tal senso, ha ritenuto opportuno chiarire alcuni aspetti della tutela sanitaria degli atleti dilettanti, relativi alle certificazioni sanitarie da un lato, e alla formazione degli addetti all’utilizzo del DAE dall’altro.

Continua ...

 

30m_scadenzario
Di seguito gli adempimenti più importanti con scadenza entro il 16 febbraio 2018. Altre scadenze sono disponibili sul sito dell'Agenzia delle Entrate: in particolare per le associazioni senza Partita IVA (categoria G) e per le associazioni con Partita IVA (categoria E)

Continua ...

 

5049m
L'abbonamento a Fiscosport permette di ricevere puntualmente le Newsletter quindicinali di aggiornamento e approfondimento, i Flash con le novità d rilievo, di accedere alle sezioni riservate e di postare quesiti. L'abbonamento è scaduto?!? Nessun problema: basta seguire le istruzioni per il rinnovo! E per il 2018 il costo è rimasto invariato!

Continua ...

 

3m_approfondimenti
I recenti provvedimenti sulle co.co.co sportive (se l’interpretazione che ne sta dando la dottrina è corretta) e quello sulla tracciabilità dei relativi pagamenti (che entrerà in vigore dal 1 luglio prossimo), dovrebbero avere un impatto estremamente positivo sul problema delle sovrafatturazioni. Non possiamo che esserne contenti.

Continua ...

 

3m_approfondimenti
Una a.s.d., titolare di partita iva e in regime di 398/91, si trova a partire dal 1 gennaio 2018 a svolgere sia discipline riconosciute che discipline non riconosciute (nello specifico Krav Maga). Partendo dall'assunto che per le discipline non riconosciute non si potranno più corrispondere i compensi sportivi ai sensi dell'art. 67 del T.U.I.R., non si potranno più de-commercializzare i corrispettivi specifici ai sensi dell'art. 148 del T.U.I.R. e dell'art. 4, d.p.r. n. 633/72, si domanda se si potrà comunque procedere all'applicazione della legge 398/91 anche per le discipline non riconosciute.

Continua ...

 

3m_approfondimenti
Come esposto in precedenti Newsletter, il CONI, avvalendosi della qualifica di unico ente certificatore dell'attività sportiva dilettantistica, ha elencato (v. delibere n. 1566 del 20 dicembre 2016; n. 1568 del 14 febbraio 2017; n. 1569 del 10 maggio 2017) le (uniche) discipline considerate attività sportive. Solo lo svolgimento di simili attività consente ai sodalizi che le praticano l'iscrizione al Registro CONI delle società ed associazioni sportive dilettantistiche. Qual è il rapporto tra il nuovo quadro che ne è emerso e la normativa in materia di tutela della salute?

Continua ...

 

19m_le-risposte-ai-quesiti
I commi 910 e seguenti della Finanziaria 2018 vietano ai datori di lavoro il pagamento in contanti dei compensi, eccetto che alle colf e badanti. Si chiede se ciò si applichi anche ai compensi per attività sportiva dilettantistica, che peraltro si ritengono essere redditi diversi e non da lavoro dipendente.

Continua ...

 

19m_le-risposte-ai-quesiti
Si chiede se una a.s.d. possa collaborare all'interno della medesima sede con fisioterapisti e osteopati per terapie manuali non elettromedicali, se vi siano particolari requisiti richiesti per i locali e se sia necessario fare richiesta a qualche ente o al comune.

Continua ...

 

19m_le-risposte-ai-quesiti
Un'atleta nell'eseguire un esercizio si è provocata una ferita lacero contusa all'arcata sovracigliare sinistra che ha comportato la necessità di due punti di sutura. L'assicurazione, legata alla tessera della F.G.I., a cui è stata inviata la denuncia, ha risposto di non coprire questi danni. I genitori ora vogliono essere risarciti dall'a.s.d. e pensano di procedere con una querela ai carabinieri. Si chiede se tutto ciò sia regolare.

Continua ...

 

19m_le-risposte-ai-quesiti
Un Comune ha emesso un bando per la concessione in uso dell'impianto sportivo di sua proprietà. I soggetti ammessi sono "tutte le società e associazioni sportive dilettantistiche senza fini di lucro, FSN, DSA ed EPS, consorzi e associazioni fra predetti soggetti". L'istanza di partecipazione alla gara non prevede l'iscrizione al registro Coni - che, a parere di chi pone il quesito, garantirebbe d'ufficio i requisiti di società sportiva dilettantistica - ma solo la copia dell'atto costitutivo e dello statuto. Si chiede se la concessione di un impianto sportivo comunale possa essere assegnata a una società sportiva senza fini di lucro anche se non iscritta al Registro Coni al momento della partecipazione al bando.

Continua ...

 

 


« Precedente1 2 3 4 ... 164 Successivo » (16-30/2454) | Per pagina: 15, 20


a
A

Fiscosport informa:

Fiscosport © è un marchio registrato.

Il materiale pubblicato sul sito è tutelato dalla normativa sul diritto d'autore. Poiché scopo di Fiscosport è la divulgazione di informazioni utili al mondo sportivo dilettantistico, viene concessa volentieri la possibilità di utilizzare testi e allegati a condizione che vengano citati sia l’autore che la fonte (indicando il link di riferimento).

Grazie della collaborazione.

__PARTIAL EDIZIONI

Social

Condizioni di utilizzo | Trattamento dei dati | WebDesign


Fiscosport è una pubblicazione on-line registrata (Trib. Perugia n. 18 del 28/06/2011)
Direttore Responsabile: Francesco Sangermano
Fiscosport s.r.l. - PI e CF 01304410994 - n. REA 271620 - cap. soc. 10.000,00 euro i.v.

Copyright © 2013. All Rights Reserved.