Salta la paginazione e vai direttamente al contenuto della pagina

Professionisti esperti in materie fiscali sportive

HOMEHOME

 

3m_approfondimenti
Sono giunte in Redazione alcune richieste di delucidazione circa le caratteristiche delle B.A.S. - associazioni sportive di base: si va dalla richiesta relativa alla normativa di riferimento, a quella più specifica riguardante aspetti fiscali, amministrativi e tributari, quali l'obbligo del C.F., della registrazione dello statuto e della gestione dei compensi degli istruttori (se cioè possano essere pagati con il regime dei 7.500 €). Con il contributo che segue si intende fare un po' di chiarezza su una figura sulla quale si rischia non poca confusione.

Continua ...

 

 

19m_le-risposte-ai-quesiti
In una a.s.d. in regime L. 398, al termine degli usuali controlli contabili dell'anno 2016, è stato ravvisato, nel 3° trimestre, un versamento Iva di importo maggiore del dovuto. Si chiede se sia possibile recuperarlo in compensazione o chiederne il rimborso, e, in caso di risposta positiva, quale sia la modalità corretta.

Continua ...

 

4927m
Una a.s.d. che pratica orienteering fa stampare le mappe geografiche necessarie agli atleti che nelle manifestazioni devono trovare (di corsa, in mtb o con gli sci) una serie di punti di controllo sul territorio. La stampa delle mappe deve seguire le simbologie dettate dalla federazione italiana (FISO) e internazionale (IOF), le cui norme stabiliscono la stampa tipografica in offset con colori Pantone al fine di ottenere la massima qualità e leggibilità possibile. Si tratta di una tecnica di stampa abbastanza onerosa: per ridurre la spesa sarebbe utile poter applicare l'aliquota IVA al 4% prevista per le mappe geografiche invece di quella standard al 22%, ma alla richiesta in tal senso alla tipografia, questa si è rifiutata sostenendo che l'aliquota al 4% è destinata ai soli editori. Si fa presente che un acquisto di bussole dall'estero è stato classificato dalla dogana sotto la categoria "mappe geografiche" con conseguente applicazione dell'IVA ridotta.

Continua ...

 

19m_le-risposte-ai-quesiti
Si chiedono informazioni sulla corretta procedura da seguire per prorogare il mandato del presidente di un'associazione sportiva dilettantistica. In particolare, premesso che lo statuto non fa cenno a possibili prosecuzioni temporanee, si chiede se il consiglio direttivo (o l'assemblea) possa deliberare la proroga del mandato sia al fine di agevolare il prossimo inserimento di una figura che poi potrà ricoprire la carica di presidente, sia in funzione dell'organizzazione di un evento internazionale nel prossimo mese di giugno, che sarebbe bene venisse gestita dalla "vecchia" dirigenza.

Continua ...

 

4930m
Come è noto, al superamento della soglia dei 7.500 euro di compenso per istruttori e collaboratori al momento del pagamento vanno effettuate le ritenute, tra le quali l'aliquota del comune di residenza del percipiente. Sul sito del Dipartimento delle Finanze sono disponibili gli elenchi con le quote aggiornate.

Continua ...

 

30m_scadenzario
Di seguito gli adempimenti più importanti con scadenza entro il 18 maggio 2017. Altre scadenze sul sito dell'Agenzia delle Entrate: in particolare per le associazioni senza Partita IVA (categoria G) e per le associazioni con Partita IVA (categoria E)

Continua ...

 

19m_le-risposte-ai-quesiti
Una a.s.d. consente l'accesso alla propria sede ai soci, nonché, ai tesserati presso lo stesso e.p.s. a cui l'associazione stessa è affiliata. Nei confronti degli stessi eroga servizi didattici e consente la pratica sportiva nella palestra. Posta la legittimità di tale comportamento e la decommercializzazione del "corrispettivo" pagato dai tesserati per le attività sportive e gli insegnamenti che in tale ambito ricevono, si chiede se sia legittimo, e da considerare fiscalmente non rilevante/pericoloso, la prassi da parte della a.s.d. di comprare una tessera presso gli eps a € X e rivenderla a € X + 1

Continua ...

 

4916m
Una S.r.l., che ha costituito una scuola di pilotaggio aereo (ATO, APR) debitamente autorizzata da ENAC, si rivolge ad una a.s.d. (aeroclub) iscritta al registro delle associazioni sportive del CONI per usufruire della sede e degli istruttori aeronautici. La S.r.l. fattura l'intero servizio ai partecipanti al corso. La a.s.d. fattura alla S.r.l. i servizi resi considerandoli attività commerciale. La a.s.d. utilizza la 398/91 sia per le imposte dirette che per le indirette; e utilizza i rimborsi forfettari per i propri istruttori. Si chiede se la procedura possa ritenersi corretta.

Continua ...

 

4917m
Una a.s.d. costituitasi per proseguire l'attività sportiva svolta in Oratorio utilizza i campi della Parrocchia della quale è diretta emanazione. Annualmente effettua un'erogazione liberale in favore della stessa per le opere di ristrutturazione degli spazi oratoriani. E' procedura corretta?

Continua ...

 

19m_le-risposte-ai-quesiti
In una Convenzione tra una a.s.d. e un Comune per la concessione di gestione di un centro sportivo, all'art. 23 di detta convenzione si trova scritto: "Stante la natura del corrispettivo, definito come differenza tra le entrate derivanti dal sub-affitto del bar, dall'eventuale sub-locazione dell'alloggio sovrastante il bar e dalle tariffe d'uso degli impianti, riscosse per conto del COMUNE e le spese di gestione del Centro, l'importo dovuto è da intendersi non assoggettato a IVA". L'a.s.d. emette fattura non soggetta a IVA (come recita la convenzione) oppure con IVA?

Continua ...

 

19m_le-risposte-ai-quesiti
Una SSD in regime fiscale 398/91 affiliata a federazione sportiva nazionale e ad ente di promozione per altre attività sportive, in possesso di tutti i requisiti previsti dal 398/91, svolge soprattutto attività conformi allo statuto ai fini istituzionali e marginalmente attività commerciale. A seguito di verifica fiscale viene contestato il mancato tesseramento di una parte consistente di partecipanti; rileggendo l'art. 148 c. 3 del T.U.I.R. il tesseramento non emergerebbe come prerequisito per la decommercializzazione delle quote tra le quali troviamo distintamente anche quelle dei partecipanti... Come controbattere nei confronti dei verificatori?

Continua ...

 

19m_le-risposte-ai-quesiti
Una società paga direttamente al fornitore le divise sportive destinate a una s.s.d. di nuoto. Si chiede se queste erogazioni in denaro e natura alla s.s.d. rientrino nella presunzione che le considera pubblicità fino a euro 200.000 e quali siano gli adempimenti contabili e fiscali che la s.s.d. dovrà seguire.

Continua ...

 

19m_le-risposte-ai-quesiti
In una S.S.D. unipersonale sono presenti tre amministratori: uno è libero professionista (geometra), amministratore non socio e verrà compensato per quest'attività con cedolino paga come parasubordinato; uno è commercialista, amministratore non socio e verrà compensato per quest'attività tramite fattura; il terso è titolare di impresa individuale che fornisce servizi di consulenza aziendale (codice 70.22.09), unico socio della SSD e Presidente del CDA, e verrà compensato per quest'attività con cedolino paga come parasubordinato. Ovviamente il primo e il terzo soggetto si iscriveranno anche alla gestione separata Inps. Si può considerare corretta tale impostazione? Sempre il primo e il terzo soggetto lavoreranno anche nella S.S.D. con compiti operativi (segreteria, manutenzione, contabilità semplice, ecc.). Il geometra, in quanto non socio, verrà compensato per la sua attività operativa col regime dei 7500. L'imprenditore consulente aziendale invece è l'unico socio ed è già iscritto alla gestione commercianti per la sua attività individuale. La domanda è: come potrà essere compensato per i suoi compiti operativi amministrativo-gestionali ? Potrà emettere fattura alla S.S.D. in quanto tra l'altro consulente amministrativo-gestionale (descrizione che si trova nel codice ateco 70.22.09) oppure ricadrà nel regime dei 7500 euro (tenendo però presente che sarà quasi sempre nella struttura) o vi sono altre alternative da valutare (per esempio dipendente ma in quanto anche Presidente del CDA si ritiene vi siano dubbi sulla fattibilità di questa soluzione).

Continua ...

 


« Precedente1 2 3 4 5 ... 155 Successivo » (31-45/2315) | Per pagina: 15, 20


a
A

Fiscosport informa:

Fiscosport © è un marchio registrato.

Il materiale pubblicato sul sito è tutelato dalla normativa sul diritto d'autore. Poiché scopo di Fiscosport è la divulgazione di informazioni utili al mondo sportivo dilettantistico, viene concessa volentieri la possibilità di utilizzare testi e allegati a condizione che vengano citati sia l’autore che la fonte (indicando il link di riferimento).

Grazie della collaborazione.

__PARTIAL EDIZIONI

Social

Condizioni di utilizzo | Trattamento dei dati | WebDesign


Fiscosport è una pubblicazione on-line registrata (Trib. Perugia n. 18 del 28/06/2011)
Direttore Responsabile: Francesco Sangermano
Fiscosport s.r.l. - PI e CF 01304410994 - n. REA 271620 - cap. soc. 10.000,00 euro i.v.

Copyright © 2013. All Rights Reserved.