Salta la paginazione e vai direttamente al contenuto della pagina

Professionisti esperti in materie fiscali sportive

HOMEHOME

 

30m_scadenzario
Di seguito gli adempimenti più importanti con scadenza entro il 16 novembre 2017. Altre scadenze sono disponibili sul sito dell'Agenzia delle Entrate: in particolare per le associazioni senza Partita IVA (categoria G) e per le associazioni con Partita IVA (categoria E)

Continua ...

 

3m_approfondimenti
Con questa Newsletter prende il via la pubblicazione dei materiali presentati al IX Convegno Nazionale Fiscosport di Napoli. Il presente contributo è dedicato all'istituto del 5 per mille.

Continua ...

 

 

19m_le-risposte-ai-quesiti
Una a.s.d. non ha compilato il modello EAS nei termini stabiliti dalla legge, che è stato comunque spedito successivamente (dopo 8 mesi dalla data di costituzione) senza pagare i 258 (rectius: 250) euro previsti dall'istituto della remissione in bonis. Come si deve comportare ora la a.s.d.: deve solo pagare la sanzione o deve anche inviare nuovamente il modello EAS?

Continua ...

 

19m_le-risposte-ai-quesiti
Una s.s.d. a r.l unipersonale, la cui attività prevalente è quella istituzionale rivolta ai tesserati, opera presso una struttura comunale per il cui uso viene versato un fitto senza iva. Le attività sportive svolte sono ginnastica in genere, aerobica bodybuilding, fitness e altri corsi di discipline previste in statuto e dall'elenco Coni. Atto costitutivo e statuto in regola con la normativa art. 90, art. 148 T.U.I.R, ecc. Oltre all'attività istituzionale marginalmente vi sono ingressi giornalieri o mensili di non tesserati per ginnastica posturale. Inoltre la struttura è utilizzata da un'a.s.d. affiliata allo stesso ente di promozione, la quale versa un contributo per l'uso. I quesiti posti sono i seguenti: - E' possibile applicare la 398/91 in questo caso? L'IVA da applicare sugli ingressi sarebbe del 22% con percentuale forfettaria al 10%? Rientrerebbero in altri proventi? - Se non si potesse applicare la 398/91 andrebbe applicato il regime ordinario con contabilità separate, centri consto per i costi promiscui e per l'IVA? - Per l'uso della struttura da parte dell'a.s.d. il contributo è soggetto ad IVA? - Gli istruttori vengono inquadrati con l'art. 67 T.U.I.R. per l'attività da statuto, come regolarsi per la marginale attività commerciale?

Continua ...

 

19m_le-risposte-ai-quesiti
Il presidente e legale rappresentante di una società sportiva ha ricevuto un contributo per un'attività sportiva in base al comma 4, art. 90 legge 27 dicembre 2002 n. 89. Si chiede se vada dichiarato nel Modello 730.

Continua ...

 

19m_le-risposte-ai-quesiti
La società Alfa s.s.d a r.l. è partecipata al 100% da un Ente pubblico. Dal 1° luglio 2017 vige l'obbligo per tutte le società partecipate dagli enti locali l'applicazione dello split payment. Tale meccanismo prevede che la società Alfa trattenga l'iva del fornitore e la versa all'Erario scomputandola dalla propria liquidazione iva. Al fine del quesito si elencano 3 elementi fondamentali: la società Alfa è stata inserita nell'elenco pubblicato dal MEF tra le società pubbliche, applica il regime 398/91 e svolge sia attività istituzionale che commerciale. Premesso che lo split payment non si applica quando la società Alfa compie operazioni nei confronti di un Ente pubblico, si chiede: - per l'attività commerciale l'iva da split payment verrà versata con le stesse modalità degli acquisti intracomunitari per soggetti in regime 398/91 ossia versare, entro la fine del mese successivo alla registrazione, il 100% della relativa imposta con codice tributo del mese di riferimento (6001 o 6002 ecc.)? - per l'attività istituzionale vale quanto detto in precedenza non potendo applicare le stesse regole della Pubblica Amministrazione?

Continua ...

 

19m_le-risposte-ai-quesiti
Come è noto nel mondo sportivo è possibile instaurare prestazioni di lavoro occasionale. La norma in generale prevede che se il collaboratore supera i 5.000 euro – anche con più prestazioni – nell’arco dell’anno solare, il committente deve versare i contributi alla gestione separata INPS. I contributi sono dovuti esclusivamente sulla quota di reddito eccedente i 5.000 euro (art.44, comma 2, DL 269/2003 + INPS Circolare 103/2004). A questo si aggiunge che se il collaboratore opera in settori ex ENPALS (es: istruttori sportivi che operano occasionalmente in impianti sportivi), la contribuzione scatta subito (senza il limite dei 5.000 euro e con gli importi indicati dall'ex ENPALS). Il D.M. 15-03-2005 individua tra le categorie dei lavoratori assicurati obbligatoriamente presso l’ex ENPALS anche: 20) impiegati, operai, istruttori e addetti agli impianti e circoli sportivi di qualsiasi genere, palestre, sale fitness, stadi, sferisteri, campi sportivi, autodromi; 22) direttori tecnici, massaggiatori, istruttori e i dipendenti delle società sportive; 23) atleti, allenatori, direttori tecnico-sportivi e preparatori atletici delle società del calcio professionistico e delle società sportive professionistiche. Sembra di capire che nella maggior parte dei casi debba essere applicata ai lavoratori occasionali la disciplina Enpals. Si chiede pertanto quando si applichi la disciplina INPS (e non ENPALS) nello specifico nella categoria n. 20 e quando nel n. 22.

Continua ...

 

18m_le-pillole-di-fiscosport
Ricordiamo che, per effetto della proroga al 31 ottobre della presentazione della dichiarazione dei Redditi e della dichiarazione IRAP è differito anche il termine per sanare omissioni, dimenticanze ed errori relativi all'invio del Modello EAS o alla richiesta di iscrizione nelle liste al 5 per mille.

Continua ...

 

5016m
Si è chiuso il IX Convegno Fiscosport, quest'anno ospitato presso la Sede ODCEC di Napoli: gli argomenti in programma hanno suscitato un grande interesse! Ringraziamo sentitamente il numeroso pubblico che ha seguito instancabile i lavori per l'intera giornata, i Colleghi intervenuti al Meeting tenuto sabato presso la sede CONI, e tutti coloro che hanno contribuito alla riuscita del nostro evento!

Continua ...

 

30m_scadenzario
Di seguito gli adempimenti più importanti con scadenza entro il 31 ottobre 2017, tra i quali ricordiamo la presentazione della dichiarazione dei redditi degli ENC. Altre scadenze sul sito dell'Agenzia delle Entrate: in particolare per le associazioni senza Partita IVA (categoria G) e per le associazioni con Partita IVA (categoria E).

Continua ...

 

19m_le-risposte-ai-quesiti
A una a.s.d. è stato affidato, in comodato d'uso per trent'anni, un lotto di terreno su quale è stata costruita una palestra. Non è mai stata pagata l'Imu, così come prevede la legge, mentre il proprietario del terreno paga la tassa con la motivazione che il terreno produce ricchezza, E' poi arrivata dall'Agenzia delle entrate una nota che impone alla a.s.d. di pagare l'IRES a partire dal 2010. Si chiede se di sapere se le palestre dove si svolge soltanto attività istituzionale devono pagare questa tassa.

Continua ...

 

19m_le-risposte-ai-quesiti
Una A.S.D. con solo codice fiscale è proprietaria di un immobile, deve stipulare un contratto di locazione perché all’interno di una stanza dell’immobile sussiste una “postazione costituita da un traliccio e da complesso di beni organizzati per la trasmissione di segnali radio e/o televisivi”. Il dubbio nasce prima di tutto dal fatto che detto contratto sia da considerarsi: 1. mero contratto di locazione (quindi il reddito andrà indicato nel quadro RB di Unico ENC) 2. contratto di concessione per utilizzo postazione (quindi da indicare nel quadro RL) Nel primo caso si ritiene che si possa considerare il reddito come NON commerciale e quindi non necessario aprire p. IVA. Nel secondo caso vi è il dubbio che si debba considerare entrata commerciale e quindi sottoporre il tutto a IVA. Si chiedono cortesemente indicazioni in merito.

Continua ...

 

19m_le-risposte-ai-quesiti
Se una a.s.d. riceve un pagamento di iscrizione ad un corso da una Società per conto di un dipendente rientrante in un progetto Welfare aziendale, e lo stesso dipendente presenta la domanda di socio, il pagamento che riceve dalla Società è da considerare attività commerciale o istituzionale?

Continua ...

 


« Precedente1 2 3 4 5 ... 161 Successivo » (31-45/2405) | Per pagina: 15, 20


a
A

Fiscosport informa:

Fiscosport © è un marchio registrato.

Il materiale pubblicato sul sito è tutelato dalla normativa sul diritto d'autore. Poiché scopo di Fiscosport è la divulgazione di informazioni utili al mondo sportivo dilettantistico, viene concessa volentieri la possibilità di utilizzare testi e allegati a condizione che vengano citati sia l’autore che la fonte (indicando il link di riferimento).

Grazie della collaborazione.

__PARTIAL EDIZIONI

Social

Condizioni di utilizzo | Trattamento dei dati | WebDesign


Fiscosport è una pubblicazione on-line registrata (Trib. Perugia n. 18 del 28/06/2011)
Direttore Responsabile: Francesco Sangermano
Fiscosport s.r.l. - PI e CF 01304410994 - n. REA 271620 - cap. soc. 10.000,00 euro i.v.

Copyright © 2013. All Rights Reserved.