Salta la paginazione e vai direttamente al contenuto della pagina

Professionisti esperti in materie fiscali sportive

32l_113

Come sarà ridistribuito l'8 per mille IRPeF raccolto attraverso le dichiarazioni dei redditi? Attraverso una piattaforma telematica sarà possibile caricare i progetti e la rendicontazione.

 

La Chiesa Evangelica Valdese (Unione delle Chiese Metodiste e Valdesi) mette a disposizione l’importo totale dei contributi ricevuti dallo Stato italiano derivanti dall’8 per mille dell’IRPeF e lo destina al sostegno di interventi socio-assistenziali, umanitari e culturali, sia in Italia che all’estero.

Possono essere destinatari di questi contributi, ai sensi dell’art. 4 della legge 409/1993, i seguenti soggetti:

  1. enti che fanno parte dell’ordinamento metodista e valdese;
  2. organismi associativi italiani o stranieri (associazioni, comitati e cooperative sociali di tipo A/B purché il finanziamento richiesto sia destinato alle finalità previste dalla legge 409/1993 e cioè assistenziali, umanitarie, culturali e comunque non per attività lucrative;
  3. organismi ecumenici italiani o stranieri.

Il bando sarà aperto dal 2 gennaio e sarà chiuso alle 23.59 del 31 gennaio 2020.

Attraverso la piattaforma JUNO si può

  1. caricare il proprio progetto,
  2. verificarne l'accettazione (entro il prossimo settembre 2020)
  3. caricare la rendicontazione a consuntivo

Gli enti che intendono presentare la domanda di partecipazione al bando devono perciò registrarsi (se non lo hanno già fatto in passato) dimostrando di avere almeno i requisiti essenziali per poter accedere alla ripartizione vale a dire almeno l’esistenza da almeno due anni dimostrabile con i due bilanci di esercizio o i rendiconti finanziari completi delle note integrative e dei verbali di approvazione deliberati dall’assemblea dei soci o degli associati come previsto dallo statuto dell’ente.

Attraverso questo link è possibile consultare sia le linee guida per il 2020 che le istruzioni per l’utilizzo della piattaforma JUNO.

Ai fini delle associazioni sportive dilettantistiche, a titolo esemplificativo possono presentare richiesta di finanziamento le associazioni sportive dilettantistiche che:

  • operano nell’ambito della promozione del benessere e della crescita dei bambini e dei ragazzi per favorirne la formazione e l’integrazione sociale
  • svolgono attività tendenti al miglioramento delle condizioni di vita dei soggetti affetti da disabilità al fine di migliorarne la qualità delle vita e accrescere il livello di benessere psico-emotivo.

Ovviamente vi sono molte altre aree di intervento che possono interessare sia organizzazioni italiane che estere sia i loro progetti in Italia che all'estero.
 




a
A

Articoli Simili








Articoli in Evidenza

No data to display

Condizioni di utilizzo | Trattamento dei dati | WebDesign


Fiscosport è una pubblicazione on-line registrata (Trib. Perugia n. 18 del 28/06/2011)
Direttore Responsabile: Francesco Sangermano
Fiscosport s.r.l. - PI e CF 01304410994 - n. REA 271620 - cap. soc. 10.000,00 euro i.v.

Copyright © 2013. All Rights Reserved.